Blog

Fire Tv Stick by Amazon

Buongiorno a tutti, come ben saprete sono un grande appassionato di film e serie tv da parecchio tempo ormai, oggi a tal proposito volevo parlarvi di un dispositivo prodotto e venduto da Amazon davvero interessante che farà al caso vostro se anche voi rimanete ore incollate alla tv o allo schermo del vostro computer.

Precisamente voglio parlarvi della Fire Tv stick, un oggetto davvero prezioso per ogni amante del cinema o delle serie televisive; non è altro che una chiavetta HDMI che vi permetterà di godervi i vostri contenuti di streaming video (e non solo) direttamente sul vostro televisore di casa.

Clicca per acquistare Fire Tv stick su Amazon IT

dire-tv

Avete magari ancora una tv che non sia smart? Benissimo non c’è problema perché grazie alla Fire Tv stick potete rendere smart qualsiasi televisione che abbia un entrata HDMI (solitamente sul retro).

Per me è stata davvero una rivoluzione per la visione dei miei contenuti video perché prima ero costretto a vedere i film e le serie tv dallo schermo del portatile, che diciamocelo tranquillamente…. non è il massimo della comodità sia per dimensioni che per la salute della vostra cervicale.

Inoltre se come me non volete rinunciare agli show televisivi e film anche in vacanza basta portare Fire Tv stick e collegarla al televisore dell’Hotel o nella vostra seconda casa al mare :)… basta solo una connessione ad internet (anche in hotspot magari se avete tanti GB al mese) e una tv con entrata HDMI.

Cattura

Vediamo nel dettaglio le caratteristiche principali del dispositivo in questione.

Parliamo di un dispositivo che è dotato di sistema operativo Android 5.1.1 (precisamente il noto Fire Os ormai giunto alla versione 5.2.6.3)  che permette quindi di installare quasi tutte le app Android, dico “quasi tutte” solo per problemi di compatibilità video di pochissime applicazioni; il sistema all’accensione si presenta con un launcher (home) basato su Prime Video, il noto servizio streaming video del colosso Amazon.

La confezione contiene al suo interno oltre la chiavetta, un telecomando con due batterie AAA incluse e l’alimentatore della Fire Tv stick; ah dimenticavo, anche una prolunga HDMI nel caso non fosse possibile collegare direttamente la Fire Tv stick all’entrata HDMI (in alcuni televisori il retro complica l’ingresso per via degli spessori della tv e della chiavetta che entrano a contatto).

A livello tecnico dispone di un processore MediaTek quad core ARM 1.3 GHz, supportato da 1 GB di Ram (potrebbe sembrare poco, ma il sistema gira con nessun rallentamento) e 8 GB di memoria per installare le app e dati vari (non saranno esattamente 8 quelli disponibili perché parte di questa (circa 3 GB saranno occupati da file di sistema).

Una caratteristica senza dubbio interessante è il Wifi dual band, ovvero supporta sia la frequenza 2.4 ghz che la 5 ghz (consigliata per lo streaming video), ma non solo, anche un bluetooth versione 4.1 per collegare cuffie o anche joystick o tastiere senza fili.

La risoluzione in uscita supportata è di 720p e 1080p fino a 60 fps, quindi non ne vale la pena solo se possedete un televisore con risoluzione 4k (anche perché la maggior parte di questi sono già smart-tv).

Passando alla prima installazione, nulla di più semplice:

  • collega la fire tv stick all’entrata HDMI del televisore,
  • collega l’alimentatore alla fire tv stick e alla presa elettrica,
  • accendi il televisore e posizionati nella sorgente HDMI,
  • esegui il collegamento alla tua rete wifi (meglio 5 ghz se possedete un router dual band),
  • segui la procedura guidata e inizia ad utilizzare le tue app preferite.

Cattura4

La navigazione dalla schermata iniziale non presenta alcuna complessità, anzi la ritengo molto semplice anche se a qualcuno potrebbero dare fastidio i vari banner che sponsorizzano serie tv Amazon o eventi sportivi; nel complesso si presenta con dei menu per le app dell’utente, e altri menu suddivisi in categorie per le applicazioni installabili direttamente dallo store Amazon integrato.

screen-20180515-10-07-42screen-20180515-10-32-13screen-20180515-10-32-61

Dicevo che la natura delle app installabili è davvero varia, non solo app di streaming video come Netflix, Prime Video, Vevo, Plex, Kodi, Smart Iptv ecc.. ma anche giochi e utility per la Fire Tv stick.

Cattura2

Non c’è limite all’indipendenza dell’utente che può installare anche applicazioni direttamente dal proprio smartphone (per mezzo della connessione wifi di casa) scaricate in formato apk o già installate nel proprio dispositivo mobile grazie all’applicazione Apps2Fire scaricabile da Play Store di Android (qui il link di Apps2Fire).

Altra app che mi permetto di consigliare è App Telecomando Fire Tv, che permette di utilizzare lo smartphone come telecomando della Fire Tv stick, con accesso e avvio delle applicazioni molto più rapido, ma soprattutto la possibilità di utilizzare la tastiera dello smartphone per scrivere nei vari campi di ricerca della Fire Tv stick.

Parlando ancora delle applicazioni, vero cuore del dispositivo, oltre Netflix, Smart Youtube TV (versione di Youtube non ufficiale che funziona davvero bene), Plex e Infinity, abbiamo anche la possibilità di installare il ricercatissimo Kodi (vero divo della IPTV) e Terrarium Tv, quest’ultima permette lo streaming di film e serie tv in lingua originale ma con la possibilità tuttavia di integrare dei sottotitoli.

Tra le altre non si può non menzionare Spotify (versione Tv) e Amazon Music  che portano la vostra libreria musicale anche sul tv di casa.

Di recente la possibilità anche di scaricare dallo store Amazon della Fire Tv stick anche Firefox e Silk, i due noti browser per poter navigare su internet.

Infine abbiamo anche Amazon Photos che vi permetterà di archiviare sul cloud di Amazon le vostre foto preferite e poterle rivedere sul televisore in formato molto più grande 🙂 .

Infine parliamo del prezzo; allora il prezzo effettivo del prodotto è di 59.99 euro, tuttavia per i clienti Prime (se non sai cosa sia l’abbonamento Prime dai una lettura al mio articolo a questo link ) si abbassa a 39.99 euro.

Clicca qui per acquistare subito Amazon Fire Tv stick.

Se non siete abbonati basta sottoscrivere gratuitamente un mese di prova Prime a questo link e se non soddisfatti o non interessati basta cancellare l’abbonamento che continuerà senza rinnovarsi alla fine del mese di prova.

Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento e per eventuali dubbi, scrivetemi pure!!!

Un saluto a tutti e buona giornata 🙂

 

The Omniscient

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rinfrescata generale al blog

Ciao a tutti, come avete potuto notare ho dedicato un po’ di tempo ad un ritocco estetico e strutturale del sito web, nella speranza di garantire una più facile navigazione e ricerca.

Beh nulla di che, però volevo cambiare un po’ il look generale con colori un po’ più accesi 🤣 .

Il lavoro non è ancora finito e probabilmente nei prossimi giorni potrete notare varie modifiche (devo ancora pensare ad una nuova sistemazione generale) perciò non spaventatevi se magari trovate errori o stranezze 😉.

Buon fine settimana, vi lascio con un po’ di musica😍.

Fuga a Lugano

Ciao a tutti, mi ero prefissato di continuare a scrivere per non dimenticare per la trecentesima volta di avere un blog 😂.

Oggi volevo parlarvi del mio recente viaggio (solo 1 giorno purtroppo) a Lugano, una città davvero interessante.

Partiamo dal presupposto che sapevo già da qualche giorno che il meteo non sarebbe stato particolarmente gentile con noi viaggiatori; pioggia ininterrotta dalla mattina presto a Milano in attesa del pullman fino alla sera nella via per il ritorno 😵.

Armati di tanta (e dico tanta) pazienza viste le premesse siamo arrivati a Lugano intorno alle 11:00 dopo aver perso 1 ora per il controllo dei documenti (prima ancora di partire…).

Nonostante la pioggia abbiamo deciso di percorrere la città a piedi per poterla ammirare da più vicino e con più calma, anche se diciamo che non è stata la classica passeggiata primaverile che ci si aspettava… oltre la pioggia battente ci ha accolti anche un vento fresco che si innalzava dal lago.

Come molti sapranno la città si affaccia sul lago prealpino di Lugano (chiamato anche Ceresio) che si estende anche ad altre città del Canton Ticino.

Primi due chilometri a piedi per raggiungere la costa lacuale, e prime foto già nel parco del lago; nonostante il grigiore del cielo i contrasti colorati dei fiori e delle foglie hanno illuminato il nostro percorso riflettendosi nello specchio d’acqua tra le immersioni e le svolazzate dei cigni e anatre, veri protagonisti delle nostre foto 🙂 .

IMG_20180502_124041600_HDR.jpg

 

Un particolare che ho notato è  la cura del manto erboso e della flora/fauna del lago, cestini ovunque ogni 2 metri per non sporcare il parco, ma soprattutto vi erano nella parte interna dei bagni pubblici davvero ben tenuti e puliti.

Diciamoci la verità è sempre bello vedere pulito intorno e soprattutto permettere di mantenere pulito, è davvero impressionante vista anche la miriade di turisti che calpestano le strade di questa città ogni giorno.

Dopo un pranzo al volo è stato il momento di dirigerci verso il lungo lago, si davvero lungo e sempre colorato dal verde dei prati e abbellito dai palazzi in stile Liberty che si affacciano sul lago.

IMG_20180502_123607864_HDR
Il Cancello sul Lago di Lugano
IMG_20180502_123942632_HDR.jpg
Villa Ciani

Non manca sicuramente la possibilità di visitare meglio la costa grazie ai battelli e traghetti sempre in partenza, o la possibilità di noleggiare un pedalò a costi neanche elevati.

 

Successivamente e con i polpacci sempre più pieni di sangue abbiamo deciso di farci del male 🙂 e salire da una scalinata apparentemente innocua (incentivati dai cartelli cardio-fitness posti lungo la città), che portava verso la parte alta di Lugano, da qui la vista del lago rendeva ancora di più.

IMG_20180502_140736529_HDR.jpg

IMG_20180502_154350019_HDR.jpg
Stazione ferroviaria di Lugano

IMG_20180502_154449107_HDR.jpg

Diretti verso la cattedrale di San Lorenzo, la principale della città, abbiamo iniziato la nostra discesa verso il centro di Lugano dirigendoci infine verso una delle vie dello shopping invidiate da molte città del mondo, via Nassa.

Lungo la città ho notato un contrasto particolare tra palazzi moderni e classici (il liberty prima di tutto), quasi come due agglomerati urbani riuniti insieme certamente non in modo casuale.

IMG_20180502_173207_081.jpgIMG_20180502_132001059_HDR.jpgIMG_20180502_132403024_HDR.jpgIMG_20180502_133313321_HDR.jpg

La gentilezza delle persone al volante mi ha sconvolto in senso positivo, basta sbilanciare leggermente il corpo verso la strada e notare come arrestavano subito la loro marcia per permettere il passaggio dei pedoni (non generalizzo a livelli estremi però la stragrande maggioranza si comporta proprio così).

Ormai senza percepire la fatica (in stato di shock 🙂 ) e fradici ci siamo diretti verso la fermata certi di aver sonnecchiato sul pullman per riposare prima dell’ultimo scatto della giornata, la corsa per non perdere l’ultimo treno.

Ammetto che non amo particolarmente viaggiare e camminare tutto il giorno, ma a Lugano ne è valsa sicuramente la pena.

Vi lascio con qualche altro scatto.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Together (we got better) price

Ciao a tutti e un caloroso buongiorno!!!

Lunedì: il giorno della settimana che più di tutti ci fa soffire…

Oggi volevo parlarvi di una interessante piattaforma online (made in Italy) per poter condividere varie tipologie di abbonamenti, dallo streaming di musica (Spotify, Deezer e Play Music), video (Netflix, NowTv, Sky e Premium) fino ad abbonamenti per vari software come Office o antivirus.

Sto parlando di Together Price , il quale permette con una semplicità disarmante di curare tutte le fasi della condivisione; basta infatti sottoscrivere un abbonamento al servizio desiderato e successivamente creare l’inserzione all’interno del sito web, oppure navigare nella home e per coloro che saranno interessati a partecipare alla condivisione dovranno cliccare sull’inserzione (con posti liberi ovviamente) e infine su “Partecipa”.

5

Ciò avvierà una richiesta (con possibilità di scrivere un messaggio per farsi riconoscere) al creatore dell’inserzione che in caso di posti liberi vi accetterà all’interno del gruppo di condivisione.

Ovviamente nel momento in cui si viene accettati si dovrà pagare la quota personale (proporzionata al numero dei partecipanti e al costo totale dell’abbonamento) mediante carta di credito.

Una volta inviata la quota mensile personale si riceveranno i dati di accesso al servizio (nome utente e password).

Ogni mese si rinnoverà la quota oppure si potrà decidere di non continuare l’abbonamento, liberando così un posto per eventuali altre richieste pendenti.

Da ricordare che la quota di ciascun utente sarà di poco superiore a quella risultante dalla divisione perfetta del costo complessivo in quanto una piccola parte del pagamento andrà a Together Price (tranne per l’amministratore/creatore della condivisione), precisamente 0,20 euro più il 25% sull’ importo.

Dispone di una home molto intuitiva, dopo l’accesso basterà cercare il servizio desiderato grazie alla funzione cerca, oppure scorrere semplicemente tra quelli disponibili.

 

4

 

Per creare una nuova inserzione basterà cliccare sulla vignetta “Crea” appena sotto la voce “Crea il tuo post di condivisione con un click” in cima alla pagina, e successivamente seguire le richieste della schermata che apparirà.

Colui che crea la condivisione riceverà le quote sul portafoglio virtuale di Together Price, per avere i soldi disponibili bisogna trasferire tutto su un IBAN di un conto o di una carta di credito.

Le commissioni per il trasferimento dei soldi sono di 0.45 euro più il 3% dell’importo trasferito (per cifre inferiori a 20 euro), per quelle superiori il trasferimento è gratuito.

 

3

 

6

 

 

La sicurezza dei pagamenti e in generale per l’utente non manca, grazie anche alla possibilità di eventuali rimborsi e al famoso livello di trust di ogni utente, una sorta di score personale che rappresenta il livello di fiducia e correttezza di ogni utente.

2

Attualmente sto condividendo un servizio di streaming musicale con altri utenti e ne sono pienamente soddisfatto, se non per la comunicazione tra utenti del gruppo che risulta abbastanza complicata e scarna, infatti non vi sono notifiche per i messaggi ricevuti né la possibilità di spostare la chat (esempio: condividendo il proprio numero di telefono si rischia di essere “bannati” da Together Price).

Beh che dire? Per chi ha bisogno di spartire le spese con altri utenti/amici/familiari non è assolutamente male come servizio, soprattutto per il fatto di non dover impazzire nella raccolta delle quote (esempio fra amici) e nelle varie stressanti esortazioni per pagare.

Spero di esservi stato utile con questo articolo e tenete duro che il lunedì volgerà al termine presto!!!

Se avete qualsiasi dubbio rimango a vostra completa disposizione, fatemi sapere cosa ne pensate!!!

Buona giornata.

 

The Omniscient

 

A cuore aperto

Non pensavo di ritornare a scrivere dopo tanto tempo…

Beh rieccomi, un saluto a tutti, sono stati mesi abbastanza impegnativi per il sottoscritto.

La nota positiva è che mi sono ricordato di avere un blog personale, ma soprattutto del tempo per poter scrivere; sarà la lunga e difficile ricerca di un’occupazione, che tuttavia non è ancora giunta al termine.

Mi sento in dovere di raccontare cosa sia successo durante la lunga assenza partendo dal presupposto di “essermi dimenticato di avere un blog”.

Ricordo il grande entusiasmo durante gli anni di studio (universitari), il fermento di concludere gli studi e lanciarsi nel mondo del lavoro, di sentirsi importante, con un’occupazione di cui sentirsi soddisfatto (anche senza negare di aver pensato di dover fare certi sacrifici almeno inizialmente).

Ebbene dopo il conseguimento della laurea mi sono trovato catapultato nell’anno zero, quasi come una profezia di un film a sfondo soprannaturale; non fraintendete le mie parole, non sono in una strada a senso unico e senza uscita, rimango sempre fiducioso di riuscire a raggiungere l’obiettivo principale.

Penso di aver sviluppato una nota e impressionante attività neuronale, viste tutte le idee (anche riguardo alla carriera personale) che di recente mi son passate per la testa, anche se diciamoci la verità, avrei potuto quantomeno impiegare parte di queste in qualche articolo interessante e non deprimente come quello di oggi. 🙂

Scherzi a parte, fortunatamente posso ancora rifugiarmi in una delle attività che più di tutte riescono a darmi soddisfazioni e tranquillità, il fitness.

Andare in palestra per me rappresenta quel rifugio lontano da tutto e da tutti dove posso dare il meglio di me stesso, senza dimostrare nulla a nessuno.

Non mi alleno per gareggiare o per mettermi in mostra…

non ho mai visto questa disciplina come una competizione, e mai la vedrò come tale.

Penso solo a fare del mio meglio e rilassarmi (sembra un controsenso, ma sì è proprio così), ovviamente sempre con una corretta programmazione per avanzare di livello e mettersi in competizione certamente… ma con me stesso!!!

IMG_20170920_194830_123

 

Sono curioso di sapere invece quale è per voi la vostra “isola felice” dalla vita di tutti i giorni… fatemi sapere, spero di non avervi annoiato…

Buona giornata!!

 

The Omniscient

Back to July

Pensavo e ripensavo in questi giorni come sarebbe stato vedermi da spettatore il giorno della mia laurea.

Sarei stato curioso di viverla da spettatore, magari essere mio padre o mia madre e vedere cosa si prova… la gioia, le lacrime e gli abbracci.

Ricordo solo che il 12 luglio ero in uno stato di shock costante, ma contemporaneamente mi sentivo quasi libero da un fardello che iniziava a pesarmi sulle spalle; ansia, nausea, riluttanza verso i pranzi e le cene, e notti insonni erano stati da tempo il mio contorno principale alle serie interminabili di esami.

Ritornando al pensiero principale, non capivo come tante persone in quel momento erano così felici per me, io che con occhiaie continuavo a camminare per i corridoi fuori dall’aula mi chiedevo come potevano già esser felici per me senza aver esposto la tesi di laurea.

Ebbene adesso riesco a immedesimarmi in quelle facce che mi sorridevano, forse perché credevano in me già prima di entrare in aula e portare a termine il percorso.

Dopo la proclamazione non sentivo alcun sollievo (probabilmente ancora sotto shock 🙂 ), sentivo solo l’affetto di tutte quelle persone che erano venute per me… ero solamente concentrato a respirare a fondo tutto l’amore e affetto propagato nell’aria dei giardini universitari.

Da genitore o parente deve essere una bella sensazione, oserei dire che (quasi) coloro che rimangono più appagati da una laurea sono i genitori più che il laureato 🙂 .

Va bè dai ci sarà un’altra occasione per loro visto che continuerò per altri due anni i miei studi completando il percorso quinquennale.

20106764_10212399792743925_4205577076759696998_n

 

 

Tanto tempo fa… avevo un blog.

Non capisco onestamente se la mia assenza sia stata provocata da una effettiva compagine complicata e parecchio movimentata della mia vita, da una completa dimenticanza o da un totale disinteresse improvviso.

Beh, qualunque sia la ragione principale oggi ritorno a scrivere finalmente laureato e privo di pensieri negativi…. anzi no!!

Dopo la chiusura del capitolo “laurea” un altro nuovo capitolo deve essere scritto, focalizzando l’attenzione sul futuro e su una possibile sistemazione…

Le vacanze si sono rivelate una buona valvola di sfogo da tutto lo stress accumulato nel mese di luglio, ma purtroppo mi ingolosisco fino al punto di rimanere sempre insoddisfatto, e voglio sempre di più.

Ciò che mi rincuora maggiormente sono le condizioni di salute di mio nonno, il programma di cure sta volgendo al termine con risultati positivi e vederlo ogni giorno è davvero soddisfacente.

Cercherò di scrivere nei prossimi giorni, probabilmente non con la stessa frequenza dei primi mesi, ricordando come scrivere mi ha aiutato a sentirmi più sicuro.

Adesso, in questa psicoanalisi mi sto dilungando…

Nell’attesa di riprendere seriamente a scrivere qualcosa di interessante non posso che augurarvi una buona giornata.

 

Assenza prolungata…

Ciao a tutti, sicuramente avrete pensato che fossi scomparso… beh a dire il vero sono scomparso per  parecchio tempo!!!
La mia “temporanea” mancanza è stata dettata da vicende familiari, in particolare mio nonno è stato operato da pochi giorni per un tumore e quindi oltre che non aver avuto tempo ho dovuto mettere da parte le mie varie attività!! (studio compreso 🙂 )

Inutile negare l’aria che tira e i miei pensieri, ma per adesso un break intriso di momentanea tranquillità ci è stato concesso…

L’intervento chirurgico è andato bene e adesso il primo step è stato superato positivamente, spero bene anche per il secondo step ( il trattamento post operatorio) e per i successivi.

Mio nonno è una persona forte e piena di vita, dedito alla campagna e i suoi frutti, instancabile lavoratore anche in pensione;  non c’è più bella cosa che amare il proprio lavoro, e il fatto che continui anche all’età di 75 anni mi riempie di gioia e allo stesso tempo mi motiva per il mio prossimo futuro lavorativo.

Molti giovani che a volte lavorano al suo fianco rimangono basiti dalla resistenza fisica e volontà di quest’uomo, ma come ben sapete il cancro non guarda in faccia niente e nessuno.

Ora è normale che ci sia apprensione in queste situazioni, ma è giusto mantenere la calma e serenità sia nei momenti in cui si ricevono delle “belle” notizie, e notizie meno belle.

Non voglio dilungarmi più di tanto anche perché non servirebbe a molto se non ad agitare le acque proprio quando la marea è bassa e il mare piatto.

Nel frattempo cerco di pensare positivo per l’avvenire ascoltando un po’ di musica!!!

The Omniscient

Tecno-Nonni

Ciao a tutti, finalmente torno ad avere un attimo di tempo per poter scrivere…. 🙂

Oggi mi sento davvero soddisfatto e felice, nelle piccole cose penso sia racchiusa la più grande felicità che ognuno di noi a volte non si accorge di avere (me stesso compreso!!)

E’ stata sicuramente una giornata impegnativa, ho aiutato infatti i miei nonni alla prima installazione della rete wifi , procedura non semplicissima, soprattutto per persone di una certa età.

Apro una parentesi su mia nonna, da due anni a questa parte sta diventando sempre più “tecnologica” e rimango davvero a bocca aperta quando penso a come una persona anziana sia riuscita ad integrarsi con la tecnologia: internet, smartphone, whatsapp, facebook e videochiamate.

Probabilmente non riuscirete a capire quanto sia orgoglioso oltre che per la persona che è sempre stata mia nonna, anche per queste piccole cose che la rendono sempre più giovane e vicina ai suoi nipoti.

Ebbene ritornando ad oggi, dopo un numero spropositato di chiamate (e qualche aiuto sul posto) siamo riusciti a sistemare la cosa (chiamate visto che ci troviamo in due città parecchio lontane…) e finalmente adesso ha una rete wireless tutta sua.

Mi ha stupito molto tuttavia come certe tecnologie riescano ad essere sempre più richieste al giorno d’oggi, quasi indispensabili anche per fare la più stupida o insignificante azione quotidiana (e mia nonna ne è la prova con le sue “lamentele” AHAHA).

Da un lato però è un dato di fatto che viviamo in un mondo dove sono stati implementati una miriade di mezzi di comunicazione che rendono sempre più vicine le persone e fan diventare giovani gli anziani che intendono dedicarsi all’apprendimento e utilizzo delle tecnologie.

Che bello avere dei nonni tecnologici!!! 🙂 e che bello essere loro nipoti!!!

The Omniscient.

Buongiorno Consolazione!!

Buongiorno a tutti!!! Ieri ho sfidato il maltempo per i fatidici biglietti dei Green Day, neve su neve e strade ghiacciate e finalmente questa testolina calda si è consolata.

Non posso negare come son su di giri questa mattina!!!

Vi allego un video per farvi un’idea di chi andrò a vedere a giugno!!!

Sono sicuramente una delle band che in live son davvero spettacolari !!! Coinvolgono il pubblico e i fan come nessun altro, ad ogni concerto fanno salire un ragazzo o una ragazza sullo stage per suonare e cantare un pezzo fornendogli/le chitarra più una breve lezione su come suonare e cantare!!! Per non parlare della rincorsa con lancio sul pubblico!!

Beh son di parte diciamo, li ho sempre ascoltati fin dalla mia adolescenza e per la seconda volta potrò rivederli dopo 5 anni nel Vecchio Continente!!!

È davvero incredibile come la musica possa entrare dentro l’anima di una persona, e qualcosa davvero di forte, un mezzo di comunicazione che riunisce e mette in contatto più anime fra loro!!

A volte mi faccio una domanda che pongo a voi: “riuscireste ad immaginare un mondo senza musica ?” Spero in una vostra sincera risposta con tanto di motivazione !!!

The Omniscient